La Terapia dei disturbi fobici

by Serena Gabrielli
Gennaio 29, 2020

” Non esiste notte che non veda il giorno.” (W. Shakespeare)

Anche la fobia più radicata può essere bloccata e risolta efficacemente in tempi brevi.

Una terapia davvero efficace per questo tipo di problemi deve essere focalizzata sul presente e sulla percezione del futuro; inoltre sono indispensabili tecniche terapeutiche che permettano alla persona di vivere concrete esperienze di cambiamento e di superamento della paura, fino al completo recupero della fiducia nelle proprie capacità e risorse personali.

Come funziona la Terapia Strategica?

Ansia, Panico e Fobie - Serena Gabrielli Psicologa

Con la Terapia Strategica la persona viene guidata ad evocare ancora di più e volontariamente la paura per portarla a saturarsi nei suoi eccessi. Una volta interrotta la percezione che scatena la fobia, il cambiamento sarà inevitabile.

Ciò condurrà ad un nuovo equilibrio basato su nuove percezioni. Verrà sviluppata una nuova “consapevolezza operativa”, ossia la capacità di gestire strategicamente la realtà che ci circonda.

La Terapia Breve Strategica è riconosciuta come“best practice” per il trattamento dei disturbi fobici e attacchi di panico.

I protocolli di trattamento registrano attualmente un’efficacia del 95% dei casi ed un’efficienza media di 7 sedute.

Dott.ssa Serena Gabrielli

Se l’articolo ti è piaciuto potrebbe interessarti anche:

Fobici si nasce o si diventa?

Le Monofobie: che cosa sono?

Che cosa sono le Fobie Generalizzate?

Monofobie e Fobie Generalizzate: che differenza c’è?


Bibliografia:

Nardone, G. (2000): “Oltre i limiti della paura. Superare rapidamente le fobie, le ossessioni e il panico”. Milano, Rizzoli.

Nardone, G. (2003): “Non c’è notte che non veda il giorno. La terapia in tempi brevi per gli attacchi di panico”. Milano, Ponte alle Grazie.

Nardone G. (2004):Paura, Panico, Fobie. La terapia in tempi brevi”. Milano, Ponte alle Grazie.

Nardone G. (2016): “La terapia degli attacchi di panico. Liberi per sempre dalla paura patologica”. Milano, Ponte alle Grazie.