Scacchi Terapia Breve Strategica - Serena Gabrielli

Il Modello

“Una tecnologia abbastanza evoluta nei suoi effetti
non è dissimile da una magia.”
(Arthur C. Clarke)

Terapia Breve Strategica

La Terapia Breve Strategica è un modello di intervento innovativo che ha la capacità di produrre cambiamenti in tempi brevi, anche nel caso di disturbi molto radicati e che persistono da anni.

La Terapia Breve Strategica è concepita e strutturata come una sorta di partita a scacchi, dove le varie mosse e contromosse del terapeuta consistono nella prescrizione di compiti che il paziente deve svolgere al di fuori della seduta.

I vari compiti sono finalizzati al raggiungimento di obiettivi concreti (risoluzione di un problema, riduzione di un disagio, miglioramento del proprio benessere psicologico), stabiliti fin dalla prima seduta, di comune accordo, dal paziente e dal terapeuta.

Si tratta, infatti, di un intervento:

Breve e Focale

“breve” perché è un intervento che si articola su un numero ridotto di sedute e che si occupa, da una parte, di eliminare i sintomi o i comportamenti disfunzionali presentati dal soggetto, dall’altra, di produrre un cambiamento nelle modalità con le quali il soggetto costruisce la propria realtà personale e interpersonale;

“focale” perché si concentra su un obiettivo concreto di cambiamento, concordato congiuntamente con il terapeuta.

Radicale

in quanto, oltre alla soluzione del sintomo, mira a modificare la rappresentazione che il soggetto ha del proprio problema con conseguente recupero della fiducia nelle proprie risorse.

Efficace

poiché mira a produrre cambiamenti e miglioramenti significativi. Il cambiamento che si produce (87% dei casi) è duraturo poiché non si presentano ricadute rispetto al problema presentato.

Non Farmacologico

si utilizzano solo metodi psicologici, ossia l’analisi dei tentativi di soluzione fallimentari che la persona mette in atto cercando di risolvere il problema ma che in realtà mantengono il problema stesso aggravandolo.

Indicato

per tutti i disturbi psicologici che creano forti impedimenti, ovvero caratterizzati da una sintomatologia acuta e persistente (ansia, attacchi di panico, fobie, ossessioni, compulsioni, ipocondria, depressione, disordini alimentari -anoressia, bulimia, sindrome da vomito). E’ applicabile anche a  problematiche meno impedenti come le difficoltà di coppia, relazionali, familiari e ai disturbi dell’età evolutiva.

La Terapia Breve Strategica si focalizza:

  • sul presente e su ciò che mantiene il problema piuttosto che sul passato; 
  • su “come funziona” un problema piuttosto che sul “perché esiste”;
  • sulla ricerca delle soluzioni piuttosto che delle cause. 

Infatti anziché spiegare al soggetto le cause inconsce del suo problema (nell’ipotesi che ciò basti a risolverglielo) o tentare di modificare astrattamente i suoi schemi di comportamento appreso, gli si farà sperimentare qualcosa di concreto, cosicché, da questa esperienza, il soggetto tragga la percezione reale e concreta che è possibile fare ciò che credeva impossibile.

Giorgio Nardone

“Troppo spesso di fronte a un problema, si ha la tendenza a cercare la spiegazione piuttosto che la soluzione.”

Consulenza Breve Strategica

Non sempre è necessario intraprendere una psicoterapia per risolvere un problema.
Infatti quando si ha a che fare con difficoltà “non invalidanti”, ovvero problemi meno acuti e pervasivi che limitano in modo circoscritto le opportunità di un individuo senza ostacolarne la vita quotidiana, può essere  sufficiente una Consulenza Breve Strategica.

Questo tipo di intervento appare indicato per tutte quelle tipologie di problemi in cui la persona si trova in una situazione di “stallo” momentaneo che, pur non essendo invalidante, provoca sofferenza e fa sentire bloccati.
I problemi che rientrano in questa categoria sono:

  • problemi sentimentali o di coppia
  • difficoltà relazionali con i colleghi
  • problemi di relazione tra genitori e figli
  • problemi scolastici
  • blocco della performance
  • sintomatologie potenzialmente impedenti ma non ancora strutturate

 

La Consulenza Breve Strategica si articola generalmente in un numero molto ridotto di sedute (in genere 5) e solitamente a cadenza molto diluita nel tempo. I miglioramenti rilevanti appaiono già fra la prima e la seconda seduta e si consolidano nelle sedute successive. 

La Consulenza Breve Strategica si concentra sulle modalità con cui la persona percepisce le difficoltà, come vi reagisce e sui tentativi fallimentari di soluzione fino a quel momento messi in atto.

L’obiettivo della Consulenza Breve Strategica è rendere la persona artefice di ciò che costruisce e gestisce invece che vittima di ciò che costruisce e poi subisce.

A. Salvini

“Ognuno costruisce la realtà che poi subisce.”

Scrivimi un'email
info@terapiastrategicaprato.it
Puoi spiegarmi la tua situazione scrivendo un'email
Chiamami
3207954052
Per prenotare un appuntamento
Dove ricevo
Svolgo la mia attività, presso il mio studio, in via S. Antonio 30, 59100, Prato (PO)